Il quotidiano online

Il progetto

Il progetto è stato realizzato in un trimestre per far partire immediatamente la start-up. Tuttora il giornale è ancora attivo utilizzando la stessa struttura informatica rilasciata al go-live.

Anno: 2012
Azienda: www.lindro.it
Localizzazione: Start-up di Torino
Dipendenti: 4 persone in redazione, un centinaio di corrispondenti esteri

Autmazione dei processi per abbattere i costi aziendali

Per un giornale online, il web è l’unico mezzo di sopravvivenza ed è perciò una grande responsabilità sviluppare il sito web e lasciare alla redazione la sua manutenzione.

Una ridotta redazione ma un gran numero di giornalisti sparsi nel mondo, ha voluto tentare una formula un piuttosto originale: unire una informazione internazionale generale alla possibilità di creare articoli, dossier, indagini custom ad uso delle aziende italiane che hanno intrapreso un percorso di internazionalizzazione.

Esigenza:

La sfida era pubblicare tre edizioni al giorno, automatizzando al massimo il lavoro della redazione, lasciare ai giornalisti l’incarico di scrivere direttamente sul web utilizzando un sistema editoriale intuitivo e industry standard. Ruotare i documenti dalla prima pagina alle pagine interne nelle edizioni successive, lasciare l’inbacrico alla redazione di quali notizie divessero andare in prima pagina, conservare i documenti all’interno del giornale riclassificandoli per argomenti lasciando al lettore la possibilità di ritrovarli facilmente.
Sviluppare un sistema di e-commerce per prenotare e pagare dossier personalizzati ai corrispondenti esteri



Soluzione:

I giornalisti hanno continuato ascrivere con editor simili a quello dei giornali per cui erano abituati a lavorare (editor testuali e word processing di uso comune) utilizzando un layout semplice per inserire foto, titoli, occhielli, sottotitoli, firma etc.

Il sistema aiutava il giornalista a che “rifilare” la foto o lasciava alla redazione il compito di farlo.
La redazione decideva quali articoli dovessero andare in prima pagina e in quale edizione.

Gli articoli della prima pagina della prima edizione passavano automaticamente in seconda pagina nella seconda edizione e quelli della seconda pagina passavano nelle pagine interne e all’interno del database storico online.

Il catalogo dei dossier archiviati erano disponibili sul sistema e-commerce e potevano essere acquistati tramite carta di credito online.
La richiesta di dossier personalizzati poteva essere fatta tramite una chat online.



Befefici e vantaggi:

Il workflow operativo era molto ben fluido quindi la gestione di una edizione poteva essere gestita anche da una sola persona in redazione abbattando costi e garantendo la continuità del servizio in qualunque situazione anche emergenziale.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn